Tra Internet e Social Network

Già da qualche anno, Internet ha cambiato la vita di tutti noi. Io stesso – che mi ritengo un utente medio della rete – uso internet tutti i giorni e per ogni genere di attività: con Internet leggo i quotidiani, acquisto prodotti e servizi, invio e ricevo e-mail e telefonate, mi aggiorno professionalmente. Tutto è immediato, diretto, (a volte fin troppo) semplice.

L’avvento degli smartphone ha contribuito in maniera significativa a rafforzare ed arricchire la fenomenologia della rete. Se prima per connettersi ad Internet erano necessari un computer e un modem, adesso è sufficiente un telefonino per navigare ad altissima velocità ed avere il Mondo “a portata di dito”.

Ed è proprio per questo che, da semplice strumento, Internet sta sempre più diventando presupposto essenziale per la crescita e l’evoluzione delle nuove generazioni.

Fondamentale, in questo senso, è il ruolo rivestito dai cosiddetti “Social Network”, le reti sociali come Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn (per citare i più noti e utilizzati), che – con le finalità e gli effetti più disparati – mettono in contatto le persone, rendendo possibile con pochi click una nuova forma di comunicazione e socializzazione globale.

Personalmente, non sono un grande utilizzatore di Social Network e non sono quindi in grado di valutarne compiutamente le potenzialità, le caratteristiche e i limiti. Anzi, devo ammetterlo, ho sempre guardato i Social con un certo distacco, più che altro per il convincimento che essi fossero rivolti soprattutto ai giovani.

Ma mi sbagliavo. Incuriosito dai racconti di colleghi e amici, qualche giorno fa ho creato un mio profilo “ufficiale” su LinkedIn (all’indirizzo http://www.linkedin.com/in/carlomalinconico), il Social Network indirizzato specificamente al mondo del lavoro.

Ne sono rimasto entusiasta. LinkedIn non è soltanto un modo per “tenersi in contatto” – affiancando e in alcuni casi sostituendo i tradizionali biglietti da visita – ma è anche e soprattutto uno strumento di presentazione del proprio curriculum vitae, aggiornamento professionale, discussione e confronto. L’adesione ai gruppi tematici consente di ricevere notizie in tempo reale sugli ultimi interventi di dottrina e giurisprudenza. Le pagine aziendali consentono alle imprese di comunicare con il mondo delle professioni e viceversa. Da segnalare, inoltre, che sempre più spesso LinkedIn viene utilizzato per offrire e trovare lavoro.

Insomma, uno strumento utile e intelligente, capace di mettere le potenzialità dei Social Network al servizio delle esigenze del mondo del lavoro.

No votes yet.
Please wait...